Il mondo degli aggro control è un luogo aggressivo dove vivere, pieno di avversari da massacrare, di carte da scartare e di creature da blastare attraverso il comodo utilizzo delle removal. Se vi piace l’irruenza del colore rosso in Magic The Gathering ma non disprezzate nemmeno la crudeltà eterna che contraddistingue il nero, iniziate a dare un’occhiata a questa lista.

Iniziate anche voi ad apprezzare tutta la cultura dietro il mondo dei Rakdos,  abbandonate le vesti mortale e iniziate a vestirvi di stracci e a pensare come soddisfare il prossimo attraverso il meraviglioso mondo dell’intrattenimento. Spiriti pestilenti, fenici pericolosissime e strani esseri viventi in perenne fuga dal nemico sono alcune delle carte che imparerete ad apprezzare (e a odiare) nel corso del vostro training all’interno delle strutture del culto che da sempre abita all’interno dei viottoli e delle casupole più disperati di Ravnica.

Spolverate le vostre shockland e le terre multi colore e date fondo alle vostre Wildcards, diamo il benvenuto ad un interessante mazzo aggro control bicolore

Rakdos Aggro Control

Rakdos Aggro Control è un mazzo bicolore molto interessante che cerca  di soddisfare le aspettative dei giocatori aggro e dei giocatori control con creature intelligenti ed un grande numero di removal. Pestilent Spirit è ad esempio la carta giusta per eliminare qualsiasi tipo di creatura dal campo di battaglia grazie alla sua abilità, Radiating Lightning è un’altra grande carta che funge da removal asimettrico a velocità istantanea per soli 4 mana. Lo spirito pestilenziale è praticamente in grado di trasformare qualsiasi carta del proprio mazzo in una rimozione più o meno di massa, dando al mazzo qualcosa come 14 differenti rimozioni secche valide per creature, planeswalker e quasi qualsiasi altro tipo di permanente presente sul campo di battaglia

Il lato creaturoso è tenuto in saldo da Runaway Steam-Kin e Rekindling Phoenix:la prima è la tipica carta che troviamo sempre più spesso all’interno dei mazzi a base istantanea rossa, ovvero una creatura che diventa progressivamente sempre più grande per ogni magia lanciata sino a diventare una minaccia sostanziale. La cosa che rende il vaporigeno una vera e propria mina all’interno di questo mazzo è la sua capacità di sgonfiarsi per generare del mana, cosa che lo rende versatile e capace di giocate potentissime che possono lasciare l’avversario in balia delle rimozioni e di altre creature; l’abilità, come se non bastasse, è castabile a velocità istantanea ed è perfetta per attacchi a sorpresa per scombussolare la race avversaria.

L’uccellastro sopracitato invece è un’  altra carta estremamente forte con cui il nostro avversario dovrà imparare a fare i conti: un bittante evasivo che ha bisogno di due rimozioni per essere completamente annientato, in grado di abbattere in solitario un avversario al pieno dei suoi punti vita in appena cinque turni. Il suo costo di mana estremamente sostenibile rende la fenice una delle carte più forti dell’interno mazzo Aggro Control ed un vero e proprio parafulmine per rimozioni.

Legion Warboss è un’altra minaccia estremamente dannosa per il nostro avversario, vista la sua capacità di creare con rapidità un board difficilmente gestibile grazie alla continua presenza di goblin che riesce a creare. Avere due di questi signori della guerra sul campo praticamente costringe l’avversario a ricorrere a una rimozione di massa per poter sopravvivere al travolgente numero di unità presenti sul campo. Questa è la carta perfetta da giocare contro mazzi di tipo controllo, notoriamente incapaci di resistere a assalti di tali proporzioni.

La manabase del mazzo presenta il solito numero abbastanza elevato di terre doppie e terre non base, alcune di queste (Zhalfirin Void) ci aiutano a scremare la pescata togliendo eventuali morchie, altre fanno da mana sink migliorando il numero di carte pescate per turno (Arch of Orazca).

L’unico vero problema di questo mazzo è il motore di pesca, praticamente assente dalle sessanta carte che lo compongono. L’unica carta può aiutare in tal senso è Twilight Prophet, la quale dona una pescata potentissima una volta che si raggiungono i dieci permanenti sul campo di battaglia. Altri silver bullet (ovvero carte forti ma situazionali) di cui è disposto il mazzo sono Judith, the Scourge Diva, ovvero una versione appena più potente del Midnight Reaper che abbiamo già imparato a conoscere e il praticamente immortale Gutterbones, difficile da buttare giù per davvero e in grado di parare qualche danno chumpblockando e resuscitando il turno dopo.

4Dragonskull Summit
6Swamp
7Mountain
2Zhalfirin Void
4Blood Crypt
2Rakdos Guildgate
1Arch of Orazca
4Shock
2Banefire
4Radiating Lightning
2Midnight Reaper
4Legion Warboss
4Runaway Steam-Kin
1Gutterbones
4Pestilent Spirit
1Judith, the Scourge Diva
4Carnival // Carnage
1Angrath, the Flame-Chained
2Rekindling Phoenix
1Twilight Prophet

Quanto lo hai trovato utile/interessante? Faccelo sapere con un voto!