FEZ è uno degli artefici del grande successo dei giochi indie su PC e console, secondo forse solo al più blasonato Minecraft. Dopo aver spopolato su PC e Xbox 360, questo curioso titolo arriva sulle console Sony, in una versione Cross-Buy compatibile con PlayStation 3, PlayStation 4 e PlayStation Vita.
Abbiamo provato il gioco che, lo diciamo subito, si mantiene estremamente fresco anche a qualche anno dalla sua uscita originale. Un prodotto curato e divertente, che certamente merita di essere acquistato.

Un mondo magico
FEZ è un mix tra platform e puzzle game: il protagonista è Gomez, piccola e simpatica creatura antropomorfa non ben distinguibile. Gomez vive con la famiglia e un giorno, per puro caso, trova un cappello magico che gli permetterà di entrare in una nuova dimensione. Gomez vivrà un’avventura fatata in un mondo popolato da strani esserini. Il nostro eroe dovrà trovare tutti i frammenti di cubi dorati sparsi per il mondo di gioco, con l’aiuto di un fantasma mandato sulla terra per proteggerci dal male.
Le dinamiche tra i due protagonisti funzionano molto bene non solo nei dialoghi (tradotti in italiano) quanto nella risoluzione degli enigmi. Una caratteristica del gioco è la possibilità di ruotare l’ambientazione, premendo i tasti L2 e R3 potremo controllare tutti gli angoli della mappa, pur restando FEZ un titolo bidimensionale. Il gioco è fortemente basato sull’esplorazione, Gomez dovrà saltare, arrampicarsi e scalare intere piattaforme per ritrovare tutti i frammenti del cubo magico, evitando nemici e trappole che potranno complicarci la vita.

L’avventura si rivela molto lunga, i segreti da scoprire sono molti e prima di ricomporre il cubo impiegheremo diverse ore, in particolar modo la risoluzione degli enigmi porterà via tantissimo tempo: alcuni sono decisamente semplici, altri richiedono molteplici passaggi e una discreta componente logica per essere risolti. Vagando per i vari livelli (tutti uniti tra loro da un sistema di porte) sarà possibile trovare tesori e scrigni per accumulare oggetti preziosi da usare nell’avventura.

Non c’è alcuna modalità multiplayer in FEZ, il gioco scorre con ritmi piuttosto tranquilli, senza fretta: non ci sono boss finali, tutto è tranquillo in FEZ, anche troppo tranquillo. Questo non vuol dire che il gioco non presenti un ottimo livello di sfida, solamente non aspettatevi l’ennesimo gioco frenetico, perchè qui non troverete niente di tutto questo.
Pixel art allo stato puro
FEZ si presenta con una grafica semplicemente magnifica: una sontuosa opera in Pixel Art, resa ancora più magnifica dalla potenza di PlayStation 4. Le caratteristiche della console next-gen di Sony non sono certo sfruttate a dovere da un gioco come FEZ, tuttavia i colori risultano più brillanti e la grafica ancora più definita. Il sistema di controllo si rivela ottimale: i tasti direzionali vengono usati per muoversi, il tasto X per saltare, i tasti L2 e R2 per ruotare la visuale mentre il touchpad non viene utilizzato in nessun modo.
Di ottima caratura la colonna sonora, composta da effetti 8-bit e da musiche struggenti, dolci e delicate, una colonna sonora fatata che vi strapperà sicuramente una lacrimuccia in più occasioni.
Giudizio finale
FEZ è ancora oggi un vero gioiellino: un capolavoro senza tempo, un gioco graficamente splendido con un gameplay assolutamente notevole, ricco di sfida e pieno di tocchi di classe. Il porting per le console Sony non presenta contenuti extra o novità di alcun tipo, quindi se avete gia giocato a FEZ su altre piattaforme, potete risparmiare i soldi. In caso contrario, fiondatevi su PlayStation Store: il gioco supporta il Cross-Buy e con un solo acquisto è possibile giocare su tutte e tre le console.

Quanto lo hai trovato utile/interessante? Faccelo sapere con un voto!