Chiunque giochi o abbia mai giocato determinati titoli su pc, sa benissimo cosa siano le mod. Per i meno esperti, una mod è, come il termine stesso suggerisce, una modifica. Ad essere modificato è, per l’appunto, il gioco di base, che subirà delle aggiunte più o meno fantasiose. Nella migliore delle ipotesi, una mod può essere sinonimo di tanto divertimento in più o anche di un netto miglioramento delle performance del gioco stesso. L’esempio più noto, in questo senso, è costituito dalle mod uscite per Skyrim, che hanno reso la sua veste grafica incredibilmente realistica, tale da essere addirittura superiore a quella della sua versione rimasterizzata. Nella peggiore delle ipotesi, le mod possono apportare aggiunte pressoché insensate, frutto di un capriccio di chi le ha create o di un trend del momento. È il caso della Crash Bandicoot mod uscita per Doom.

Crash Bandicoot mod: tanti Crash Bandicoot urlanti da affrontare

Sappiamo benissimo quanto Crash Bandicoot sia diventato trendy. La N. Sane Trilogy è in vetta alle classifiche di vendita, il celebre marsupiale è da sempre una delle mascotte più amate dai gamer e, come se tutto ciò non bastasse, si è aggiunto pure il “Woah!” trend. Vi sarà sicuramente capitato di imbattervi, soprattutto su YouTube in video, spesso anche musicali, in cui è stato aggiunto Crash Bandicoot che urla come un forsennato il suo celebre “Woah!”. Il fenomeno è oramai dilagante e, possiamo dirlo, è approdato anche nel mondo dei videogiochi.

La “Woah! Crash Bandicoot” Doom mod, che noi per comodità chiameremo Crash Bandicoot mod, rappresenta il secondo tipo di mod descritta in apertura. La sua unica funzione è quella di sostituire tutti i nemici presenti nel celebre shooter del 1993, con tanti Crash Bandicoot saltanti e urlanti. Possiamo vedere un piccolo gameplay, gentilmente fornito dal canale ICARUSLIV3S e pubblicato originariamente sul sito PCGamesN.

Il risultato potete vederlo con i vostri occhi. Nonostante la sorpresa iniziale, non possiamo negare che vedere Crash Bandicoot, con la sua animazione old school sgangherata, che salta verso di noi con la bocca spalancata un po’ di inquietudine ce la mette. Se, nel lontano 1993, erano i demoni a spaventarci, possiamo dire che, nel 2017, è Crash Bandicoot il nostro peggiore incubo.

Se siete degli appassionati di Doom, date uno sguardo agli ultimi aggiornamenti, che consentono di sbloccare tutti i DLC dell’ultimo capitolo uscito. in via completamente gratuita.